La masturbazione ai tempi del Coronavirus

Stando in casa per causa del Coronavirus, la vita sessuale di ognuno di noi è molto limitata essendo che in questo periodo ci è stato consigliato di evitare i contatti fisici mantenendo anche una certa distanza per evitare il contagio del virus.

Ma stare tante settimane in astinenza può essere davvero difficile, e allora come soddisfare le proprie voglie sessuali pur essendo in quarantena? Dedicarsi a una sana masturbazione può essere un metodo sia per ingannare il tempo casalingo che sembra non passare mai, non si corre il rischio d’infettare nessuno, ma la cosa più importante è che masturbazione può portare uno stato di relax appagando anche le voglie sessuali.

La pratica di masturbarsi è un consiglio per entrambi i sessi, in particolare per le donne single, stando a una ricerca fatta da una sessuologa inglese dichiara che praticare autoerotismo comporta a un rafforzamento del sistema immunitario, oltre a un notevole beneficio mentale soprattutto in questo periodo.

Basta pensare che gli USA sono talmente consapevoli dell’importanza di masturbarsi che per l’intero mese di maggio celebrano il festival della masturbazione il Masturbation Month. Anche noi italiani dovremmo iniziare a prendere spunto dagli americani ma non solo, anche gli inglesi e gli olandesi amano celebrare la masturbazione.

Ed è per questo che noi di Amasens abbiamo deciso di farvi conoscere tutti i benefici dell’autoerotismo oltre a consigliarvi metodo per soddisfare le voglie sessuali ai tempi della quarantena.

I motivi per praticare l’autoerotismo.

Praticare l’autoerotismo fa bene all’umore soprattutto in questo periodo molto difficile dove lo stato d’animo di ognuno di noi è molto alternante. Grazie alla masturbazione le endorfine liberate dall’organismo producono una sorta di benessere e serenità allontanandoci dagli stati d’animo negativi e dalla depressione. Fa bene alle relazioni sociali, magari in questo periodo si è costretti a condividere i propri spazi con altre persone, e se si è rilassati risulta più facile andare d’accordo. Nell’autoerotismo non si ha bisogno di altro se non di sé stessi, anzi se volte rendere la pratica ancora più eccitante e piacevole utilizzate i sex toys. L’orgasmo sarà una certezza!! Eh, sì perché nessuno meglio di voi conosce il vostro corpo e le parti più sensibili da stimolare. La masturbazione aiuta a creare ed a esplorare nuove fantasie, immaginare in quel momento di essere masturbati da un partner o più di uno, più essere modo molto eccitante e poi magari da realizzare con il partner che si vuole. Imparare a conoscere il proprio corpo migliora i rapporti di coppia. L’autoerotismo può essere un’ottima occasione per provare il piacere del sex toys che avete nel comodino da molto tempo. Con l’autoerotismo tenete vivo il desiderio sessuale in questo periodo d’isolamento. È un gesto d’amore per sé stessi. Se siete in coppia l’autoerotismo reciproco può essere una pratica stimolante per il rapporto di coppia, altre ad essere un metodo per imparare a toccarsi a vicenda scoprendo cosi quali sono i piaceri dell’altro, in questo modo il corpo del vostro partner non avrà più segreti. Se invece avete un partner a distanza conosciuto in un incontro di sesso occasionale masturbarsi al telefono darete vita a una provatissima hot line.

Insomma, in tempo di quarantena dovremmo iniziare a festeggiare l’autoerotismo almeno una volta alla settimana. Poi ognuno passa il tempo nel modo che preferisce a patto che non uscite d casa.



Lascia un commento

    CATEGORIE

    ARTICOLI RECENTI

    POST POPOLARI