La sessualita

La sessualità

Dimenticatevi delle storie della cicogna o di quella di chi nasce sotto un cavolo, nonostante la continua evoluzione della società e del forte sviluppo della reta online e dei social per alcuni argomenti siamo ancora mentalmente molto arretrati.

Per esempio, nelle maggior parte delle persone parlare di sessualità è un vero e proprio tabù che spesso è legata all’ignoranza e nella paura di affrontare un argomento come il sesso e la sessualità.

Ma chi di noi non ha mai avuto una esperienza sessuale? chi di noi non ha mai fatto l’amore? Eppure, parlarne a volte risulta così complicato, senza sapere che avere invece una buona conoscenza nell’ambito dell’educazione sessuale comporta a viversi una vita sessuale più piena e a prevenire quelle che posso essere le malattie sessualmente trasmesse.

Da dove iniziare per avere una buona educazione sessuale? Tutto inizia dalla conoscenza del proprio corpo e del proprio organo riproduttivo.

Quando si parla del sesso femminile è di consuetudine usare il termine anatomico vagina per identificare l’apparato genitale femminile ma in realtà non è proprio questo il modo di identificazione.

Cose d’avvero la vagina?

La vagina non è che altro la parte interna dell’apparato genitale femminile e no quella esterna che siamo abituati a vede quella è ben si la vulva. Per fare un esempio pratico nella nostra igiene intima quotidiana non andiamo a lavare la vagina ma ben si la vulva, in vece durante un rapporto sessuale ciò che vien penetrata è la vagina.

La vulva la si può definire come un involucro che comprende il monte di venere, il clitoride, le piccole labbra, le grandi labbra e l’apertura uretrale.

Il monte di venere: è la parte che la donna cura esteticamente depilandola essendo il triangolo sporgente che si trova tra le pieghe inguinali dove cresce la peluria.

Il clitoride: lo si può definire la parte più importante dell’apparto genitale femminile essedo il centro del piacere, infatti se viene stimolato bene il clitoride dona piacere estremo alla donna facendole provare uno orgasmo molto intenso e appagante.

Le piccole labbra: sono quella parte della vulva chiamata anche ninfe e insieme alle grandi labbra sanno da involucro al clitoride.

Le grandi labbra: non sono altro che le due pieghe cutanee esterne della vulva quelle che sono ricoperte della peluria che vanno dal perineo fino al pube.

L’apparato genitale maschile invece è un complesso di organi e strutture anatomiche dell’uomo preposto alla riproduzione o per un semplice rapporto sessuale che comprende il pene, lo scroto, i testicolil’epididimo, il vaso deferentel’uretra maschile, la prostata, e le vescicole seminali.

Il pene: è quella parte dell’organo che è collegato alla struttura addominale inferiore e alle ossa pelviche, il pene diventa più grande e rigido dal momento in cui viene eccitato.

Lo scroto: è la sacca di pelle che protegge i testicoli oltre ad essere una delle parti di sensibili dell’uomo.

testicoli: hanno due funzioni primari, quello di produrre sperma e il testosterone “l’ormone principale maschile”.

La prostata: si trova appena sotto la vescica ed è di dimensione piccola che con l’aumentare dell’età dell’uomo tenta a crescere.

Le vescicole seminali: le vescicole seminali insieme alla prostata producono un liquido che va a nutrire gli spermatozoi aumentato il volume dello sperma che fuoriesce durante l’eiaculazione.

Conosce il proprio organo genitale e quello del proprio partner e fondamentale per una attività sessuale e appagante, inoltre essere informati e avere una buona educazione sessuale aiuta a prevenire le malattie sessualmente trasmissibili con l’AIDS la prima malattia più trasmessa sessualmente, ma prevenirla è molto più facile che curarla la prima regola è avere dei rapporti sessuali protetti con l’uso del preservativo.

Postato il: ,



Lascia un commento

    CATEGORIE

    ARTICOLI RECENTI